Il mio Profilo
Nome Utente:
password Password:

Blumatica - software edilizia e sicurezza Blumatica

Rendiamo Semplici le Cose Complesse!

contatti Autenticazione Registrati al sito

Cerca:
   Loading...
B-shop: Il Carrello è Vuoto

Blumatica CSA il software specifico per la redazione del capitolato speciale d'appalto

Definizione completa del capitolato speciale d’appalto PARTE I (definizioni economiche, amministrative e tecniche), PARTE II (prescrizioni tecniche), schema di contratto e capitolato generale

Descrizione

4,8 Stelle

Perchè sceglierlo?

  • Gestisci i dati specifici di contratto, sempre in linea con la frequente evoluzione normativa
  • Definisci l’ammontare dell’appalto, le categorie dei lavori nonché le sottocategorie per la definizione automatica della Parte II del capitolato speciale d’appalto
  • Gestisci la struttura di ogni documento (parti, capitoli, articoli, commi e paragrafi) personalizzando i contenuti con estrema flessibilità e in modalità assistita
  • Il controllo formale segnala in tempo reale le azioni da intraprendere per una corretta elaborazione dei documenti
  • Grazie all’acquisizione da Blumatica Pitagora, ricavi i dati economici e finanziari per la Parte I (definizioni economiche, amministrative e tecniche) e gli argomenti della Parte II (prescrizioni tecniche)
  • Disponi dei capitolati tipo, dai quali ottieni l’intera definizione delle prescrizioni tecniche (modalità di esecuzione, norme per la misurazione e qualità dei materiali)
    1. Acquedotti
    2. Fognature
    3. Opere a verde
    4. Opere edili
    5. Manutenzione straordinaria e consolidamento edifici
    6. Lavori Stradali
    7. Gallerie
    8. Impianti Elettrici
    9. Acquedotti e Fognature
    10. Impianti Idrici-Sanitari
    11. Impianto Gas
    12. Impianti Termoidraulici
    13. Impianti Fotovoltaici
    14. Impianto antintrusione e antieffrazione
    15. Impianti elevatori
    16. Impianto antincendio
    17. Impianto di pubblica Illuminazione
    18. Opere geotecniche
    19. Opere marittime
  • Disponi di un Word processor integrato per la personalizzazione dei contenuti e archivi i documenti finali all’interno del file di Blumatica CSA
  • MyBlumatica: compili in automatico tutti i dati anagrafici di figure responsabili, committenti; eviti così di trascriverli ogni volta. In più, con il tuo account Google, puoi sincronizzare i contatti e archiviare tutta la documentazione del cantiere con Google Drive

Schermate

Dati generali e Controllo formaleDati di ContrattoAmmontare dell’appaltoCategorie e Sottocategorie di lavoroStruttura del Capitolato speciale d’appaltoDocumento finale – Schema di Contratto

Aggiornamenti

Nessun Aggiornamento

Attenzione, non sono disponibili aggiornamenti per questa suite.

Video

1 Demo (audio video) disponibili

Altre Demo (audio video) correlate disponibili

Nessuna demo disponibile per questo settore.

FAQ

1.

Nei contratti di lavori pubblici come è disciplinato il subappalto, quali sono i parametri a cui fare riferimento per la corretta definizione dello schema di contratto e del capitolato speciale d’appalto?

L’argomento in questione è uno dei punti revisionati più volte durante l’iter procedurale conclusosi con la pubblicazione del D. Lgs. 50/2016. Anche per tale aspetto si è in attesa della pubblicazione di atti attuativi, il cui obiettivo è quello di sostituire le regolamentazioni contenute nel D.P.R. 207/2010 e tutt’ora vigenti.
Per quanto disciplinato direttamente dal nuovo codice dei contratti, l’articolo 105 dispone che il subappalto è consentito:

  1. solo nel caso in cui la stazione appaltante lo abbia previsto nel bando di gara;
  2. entro il limite del 30% dell’importo complessivo del contratto di lavori;
  3. se l’appaltatore abbia indicato una terna di subappaltatori in sede di presentazione dell’offerta.
Secondo il medesimo articolo, inoltre, la stazione appaltante corrisponde direttamente al subappaltatore l'importo dovuto per le prestazioni eseguite, nei seguenti casi:
  1. se il subappaltatore o il cottimista è una micro-impresa o piccola impresa;
  2. in caso di inadempimento da parte dell’affidatario;
  3. su richiesta del subappaltatore, se previsto dal contratto.
Ben più articolato è l’affidamento in subappalto di determinate categorie di lavori, per le quali va innanzitutto considerato sia l’importo dei lavori che l’incidenza rispetto al totale di contratto. Esse, oltre a stabilire i requisiti per gli esecutori, rilevano per la definizione dei lavori che possono essere affidati a terzi.
Le “regole” da applicare sono differenti a seconda che l’importo dell’appalto sia minore o uguale a € 150.000 o maggiore. Esse, in sostanza, definiscono quali categorie e in che misura possono o devono essere subappaltate, oppure eseguite dall’appaltatore, eventualmente in raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario costituiti a tale scopo.
Oltre alle disposizioni che riguardano la formazione della categoria prevalente e/o scorporabili, la qualificazione obbligatoria, le strutture impianti e opere speciali, la normativa dedica particolare attenzione anche alle lavorazioni ricadenti nel campo di applicazione del D.Lgs. 42/2004, inerenti gli appalti nel settore dei beni culturali per i quali è richiesta anche la qualifica di restauratore di beni culturali del direttore tecnico dell’operatore economico.



Blumatica CSA consente di definire in automatico, dai parametri dell’appalto (ammontare, dati di contratto e categorie di lavoro), le disposizioni da prevedere per la stesura dello schema di contratto ed il capitolato speciale d’appalto in perfetta aderenza con le disposizioni normative.



Hai altri quesiti ? Clicca qui

Documenti


Requisiti Minimi di Sistema


Hardware: CPU: 1.6 GHz
RAM: 1 Gb (consigliati almeno 2 Gb su sistemi operativi Windows Vista e superiore)
Hardisk: 1 Gb
Sistema Operativo: Windows XP Service Pack 3 (Home e Professional);
Windows XP x64 Service Pack 1 (Professional Edition 64 Bit);
Windows Vista (escluse versioni Basic Edition);
Windows 7 (escluse versioni Starter Edition);
Windows 8.x (solo PRO, escluse versioni RT);
Windows 10

NOTE: E’ possibile utilizzare i prodotti Blumatica su Personal Mac Intel-based con OS X Leopard (10.5) o successivi, attraverso l’uso di virtualizzatori quali VMWare, Parallels, Virtual Box o Boot Camp con i sistemi operativi Windows 7/8 (sia 32 che 64 bit).
Non è supportata l’attivazione tramite dispositivi di protezione USB.
Il corretto funzionamento del software è vincolato alla qualità dell'ambiente Microsoft virtualizzato ed alla quantità di risorse (RAM, HDD e CPU) dedicate che comunque dovranno rispettare i requisiti minimi previsti dallo specifico prodotto Blumatica.


freccia I software Blumatica sono prodotti di elevata qualità non soltanto tecnica ma anche informatica. Grazie alle diverse partnership con le più importanti aziende del settore (Microsoft, Autodesk, ecc.), infatti i software Blumatica utilizzano i più moderni concetti presenti sullo scenario informatico internazionale, continuamente e tempestivamente aggiornati attraverso delle politiche interne molto rigorose. Ed è proprio per questo che Blumatica è una delle prime software house del settore tecnico che ha iniziato ad utilizzare l'ambiente Microsoft .NET per lo sviluppo delle proprie applicazioni, fino ad arrivare ad utilizzare le più moderne tecnologie in ambito web, tra cui figura quella denominata "Smart Client", utilizzata dai "Big" quali Google e Microsoft stessa

Blumatica CSA

€ 125,00